Vuoi avviare un’attività?  Microcredito5stelle info su come accedere

San Teodoro  1° incontro informativo sul microcredito5stelle

Nella Mattinata del 21 Marzo 2015 nell’ex sala consigliare in San Teodoro si è svolto il primo di una serie di incontri informativi sul Microcredito 5 Stelle.

Ha partecipato all’incontro il Portavoce M5S Andrea Vallascas che ha messo l’accento su quello che è stato l’iter per riuscire ad arrivare a tale risultato e quanto le lungaggini burocratiche e la poca volontà politica hanno portato a ritardare la concretizzazione di questa ammirevole iniziativa

In supporto è stata invitata l’associazione di categoria, nello specifico la C.N.A. di Olbia, proprio perché vi fosse una  figura di riferimento, sul territorio, per la parte burocratica.

Ha relazionato Massimo Bonacossa, segretario generale della C.N.A. di Olbia, illustrando e ribadendo quanto questa iniziativa fosse importante per le aziende già fortemente in sofferenza, ribadendo che oggi più che mai e sempre più difficile trovare istituti di credito che supportino  sufficientemente in caso di necessita. Complimentandosi quindi con i Parlamentari  del M5S

Passando poi a in quelli che sono i dettagli tecnici, e come è giusto che sia ha messo l’accento su quelle che possono essere le criticità operative.

Recandosi con un piano imprenditoriale e un’idea sostenibile:

Si sono resi quindi disponibili a fornire, gratuitamente, compilazione della domanda finalizzata alla prenotazione delle risorse sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.Istruzione delle pratiche.

Indirizzo: Corso Vittorio Veneto, 15, Olbia Olbia-Tempio Telefono:0789 26910 

A seguito si è aperto dibattito con domande fra i partecipanti e relatori. Erano presenti diverse tipologie lavorative, settore ricettivo, commerciale, artigianale,nuove attività e non da meno giovani con la voglia di iniziare il percorso imprenditoriale.

A conclusione con i saluti ed i ringraziamenti, rinnoviamo l’invito al prossimo appuntamento, dove saremo in grado di aggiungere maggiori informazioni.

Non sei riuscito a partecipare ? Vuoi sapere come funziona ? leggi la guida qui sotto, se gradisci supporto contattaci.

Guarda i Video dell’incontro

11002638_950000395034228_6355520546415713324_n

IL MICROCREDITO:
E’ un finanziamento rivolto a partite iva o microimprese che vogliono aprire una nuova attività o che hanno un’attività da massimo 5 anni.

Da chi vengono erogati i fondi?
I fondi vengono erogati da banche, poste italiane o intermediari per il microcredito che si sono accreditati (per ora ancora non sono presenti gli elenchi).

Questi vengono denominati operatori del microcredito. L’80% del prestito viene garantito dallo Stato attraverso il fondo per il microcredito. Attualmente sul fondo vi è un ammontare di 40 mln di €, di cui 10 mln derivanti dai tagli degli stipendi dei parlamentari del M5S.
Il fondo è rotativo, questo significa che, ogniqualvolta vengono restituiti dei prestiti, è possibile erogarne di nuovi. Il Ministero si è poi impegnato a destinare fino a 30 mnl di € ogni anno.

Chi può avere i fondi? Il microcredito è rivolto a persone che vogliono aprire una nuova attività d’impresa o che l’hanno aperta da poco (5 anni).

Possono ottenere i fondi: Lavoratori autonomi, Microimprese organizzate in forma individuale, di associazione, di società di persone, di società a responsabilità limitata semplificata o di società cooperativa.
Sono escusi:
a) lavoratori autonomi o imprese titolari di partita IVA da più di cinque anni;
b) lavoratori autonomi o imprese individuali con un numero di dipendenti superiore alle 5 yunità;
c) società di persone, società a responsabilità limitata semplificata, o società cooperative con un numero di dipendenti non soci superiore alle 10 unità;
d) società con attivo patrimoniale oltre i 300.000€ o ricavo lordo annuale oltre i 200.000€ o con indebitamento superiore ai 100.000€
e) persone inserite nella lista dei cattivi pagatori

Devo dare garanzie per il prestito? NO, non sono necessarie garanzie, proprio grazie alla presenza del fondo per il microcredito.

A quanto ammonta il prestito? Il prestito può arrivare fino a 25.000 €.
Il limite può essere aumentato di euro 10.000, qualora il contratto di finanziamento preveda l’erogazione frazionata, subordinando i versamenti successivi al verificarsi delle seguenti condizioni:
a) il pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse;
b) lo sviluppo del progetto finanziato, attestato dal raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto e verificati dall’operatore di microcredito.
L’operatore di microcredito può concedere allo stesso soggetto un nuovo finanziamento per un ammontare, che sommato al debito residuo, non superi il limite di 25.000 euro o, nei casi previsti, di 35.000 euro.

Quanto dura il prestito e quante sono le rate?
Il rimborso dei finanziamenti è regolato sulla base di un piano con rate aventi cadenza al massimo trimestrale.
Il finanziamento dura massimo 7 anni, 10 nel caso in cui sia finalizzato al pagamento di corsi di formazione, anche di natura universitaria o post-universitaria, volti ad agevolare l’inserimento nel mercato del lavoro delle persone fisiche beneficiarie del finanziamento.

Qual è il tasso di interesse?
Il tasso d’interesse è l’80% del tasso effettivo globale medio che viene rilevato ogni 3 mesi da banca d’Italia (http://www.bancaditalia.it/media/comunicati/documenti/2014-02/tassi_usura_29122014.pdf).

Il tasso attuale, fino al 31 Marzo 2015, è di 10,59%, per cui l’80% è 8,47%.                                                                       Questo è il tasso massimo che l’operatore può applicare ed è inclusivo di tutti i costi.
Inoltre l’operatore del microcredito, incluso nel costo del tasso d’interesse, è obbligato ad assistere il soggetto o l’impresa per tutta la durata del prestito, dando almeno due dei seguenti servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati:
a) supporto alla definizione della strategia di sviluppo del progetto finanziato e all’analisi di soluzioni per il miglioramento dello svolgimento dell’attività;
b) formazione sulle tecniche di amministrazione dell’impresa, sotto il profilo della gestione contabile, della gestione finanziaria, della gestione del personale;
c) formazione sull’uso delle tecnologie più avanzate per innalzare la produttività dell’attività;
d) supporto alla definizione dei prezzi e delle strategie di vendita, con l’effettuazione di studi di mercato;
e) supporto per la soluzione di problemi legali, fiscali e amministrativi e informazioni circa i relativi servizi disponibili sul mercato;
f) supporto all’individuazione e diagnosi di eventuali criticità dell’implementazione del progetto finanziato.

Quali sono le finalità dei finanziamenti? 

La concessione di finanziamenti è finalizzata, anche alternativamente:
a) all’acquisto di beni, ivi incluse le materie prime necessarie alla produzione di beni o servizi e le merci destinate alla rivendita, o di servizi strumentali all’attività svolta, compreso il pagamento dei canoni delle operazioni di leasing e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative. I finanziamenti possono essere concessi anche nella forma di microleasing finanziario;
b) alla retribuzione di nuovi dipendenti o soci lavoratori;
c) al pagamento di corsi di formazione volti ad elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali del lavoratore autonomo, dell’imprenditore e dei relativi dipendenti; i finanziamenti concessi alle società di persone e alle società cooperative possono essere destinati anche a consentire la partecipazione a corsi di formazione da parte dei soci;
d) al pagamento di corsi di formazione anche di natura universitaria o post-universitaria volti ad agevolare l’inserimento nel mercato del lavoro delle persone fisiche beneficiarie del finanziamento.

Come faccio ad accedervi?  Sono necessari 3 passi.

1) Possibilmente entro il 31 marzo (ma ovviamente possibile farlo anche in seguito)                                                           recati presso il consulente del lavoro più vicino con un piano imprenditoriale e un’idea sostenibile: i consulenti del lavoro si sono resi disponibili a fornire, gratuitamente, tutte le informazioni necessarie per la compilazione della domanda finalizzata alla prenotazione delle risorse sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

2)Primi giorni di Aprile: compila la domanda per ottenere il finanziamento. (ovviamente possibile farlo anche dopo)
A partire dai primi giorni di Aprile potrai compilare online la domanda di finanziamento del tuo progetto, non appena il Ministero attiverà la procedura sul suo sito (http://www.mise.gov.it/). Per quel giorno dovrai avere tutti i documenti pronti. Potrai comunque inviare la documentazione anche nei giorni successivi.

3) Dopo aver compilato la domanda sul sito del Ministero ti verrà rilasciata una ricevuta con cui recarti presso un intermediario finanziario (banche, poste e altri enti accreditati che ti verranno indicati dal consulente). Vi sarà un termine di validità del documento rilasciato dal ministero.

http://www.consulentidellavoro.it/index.php/siti-istituzionali/fs/circolari/item/2868-microcredito-alle-pmi-circolare-operativa-della-fondazione-studi

http://www.consulentidellavoro.it/files/PDF/2015/FS/Approfondimento_FS_16032015_MICROCREDITO.pdf

http://www.consulentidellavoro.it/index.php/articoli-locali/item/2392-fondi-alle-microimprese

Recommend to friends
  • gplus
  • pinterest